Al cuore

Novembre 2014

C.F.F. - Al cuore

Tracklist

“Al cuore” è un moto a luogo, è una dedica, è un luogo-non luogo.
“Al cuore” è l’essenza ed il ritorno a questa dei C.F.F. e il Nomade Venerabile, a cominciare dal nome: d’ora in poi, semplicemente C.F.F..
“Al cuore” è il nuovo ep elettro-acustico dei C.F.F. prodotto da Max Càrola presso i Maxsound Vibe Studios di Castel Volturno (CE) e dal Festival Music Week di Vico Equense (NA).

Presentato dal vivo in anteprima nazionale al M.E.I. di Faenza (RA) il 27 Settembre 2014, “Al cuore” sarà disponibile in prevendita su i-Tunes dal 27 Ottobre (giorno in cui tutti i brani saranno ascoltabili sul canale ufficiale youtube.com/cffenomadevenerabile) e, dal 10 Novembre, sui principali siti di download e streaming musicale, nonché in distribuzione in un limitato numero di copie fisiche, acquistabili anche durante i concerti.
Dal 15 Novembre partirà infatti il tour indoor (organizzato dall’agenzia di booking Little Dreamer) con cui i C.F.F. promuoveranno “Al cuore” in giro per l’Italia.
In scaletta canzoni tratte da tutta la produzione discografica dei C.F.F. e il Nomade Venerabile rivisitate in chiave elettro-acustica ed alcune cover che spazieranno da Fabrizio De Andrè, ai Depeche Mode, passando per Alice in Chains e CCCP.

Questa la tracklist di “Al cuore”:
1.Al cuore
2.Il mio inverno
3.La frana
4.Ritorno al me stesso di adesso

Dopo 15 anni di attività come band new wave / rock d’autore, i C.F.F. diventano un duo femminile elettro-acustico composto da Anna Maria Stasi (voce, Korg Microstation, percussioni) e Anna Surico (chitarre, pedali, sequenze), con l’aggiunta di Vanni La Guardia (cose varie fuori dal palco).
Anna Maria Stasi e Anna Surico si affidano semplicemente ad una voce, una chitarra acustica equipaggiata di pedali e loop station, una manciata di percussioni ed una Korg Microstation per rivisitare in chiave elettro-acustica parte del repertorio dei C.F.F. e il Nomade Venerabile e così sfrondarlo, decostruirlo, fino a tornare all’essenziale.
In soli 4 mesi da questa “metamorfosi” i C.F.F. hanno vinto il Festival Music Week di Vico Equense (presidente di giuria Andrea Rodini) e il Premio Pierangelo Bertoli tenutosi al Teatro Carani di Sassuolo (in giuria, tra gli altri, Massimo Cotto, Giancarlo Governi, Paola Gallo e Andrea Scanzi) e hanno superato le selezioni live risultando finaliste nazionali per il Premio De Andrè (con il supporto promozionale di Repubblica.it, che ha diffuso il video de “Il mio inverno” realizzato da Enzo Piglionica).

Anna Maria Stasi - voce, Korg Microstation, percussioni.
Premiata da Paola Turci come miglior voce del Venerelettrica International Female Rock Festival di Perugia nel 2006; segnalata da Rosaria Renna di RDS come “una giovane Antonella Ruggiero” per la “sensuale, dolce e potente voce” in occasione del Premio Carratta nel 2007; ospite degli Yo Yo Mundi sul palco del Premio Tenco 2009 (nella stessa serata in cui si esibiscono Franco Battiato e Alice), Anna Maria Stasi ha anche collaborato con la compagnia di teatro-danza Res Extensa di Elisa Barucchieri, prestando voce e movimento scenico in spettacoli che hanno oltrepassato i confini nazionali, fino ad arrivare al Betty Pease Theatre di Ann Arbor (Michigan) nel 2011.

Anna Surico - chitarra acustica, pedali, sequenze.
Oltre ad occuparsi di musica, è autrice di racconti e poesie, ispirate ad autori come Charles Baudelaire, Alda Merini, Pier Vittorio Tondelli e José Saramago. Nel 2002 la sua poesia “Ed io non sapevo” entra a far parte dei cento finalisti al Concorso letterario “K - Una lettera contro il razzismo”, bandito dalla Prospettiva Editrice. Nel 2003 la sua poesia “La coscienza del mare” si classifica al primo posto della prima edizione del concorso “Poesia in rete”, organizzato dal sito dedicato al poeta Rocco Ungaro.

I C.F.F. e il Nomade Venerabile nascono alla fine del 1999 a Gioia del Colle (BA). In 15 anni di carriera hanno collezionato:
-400 concerti in Italia e all’estero (nel 2005 rappresentano l’Italia allo Sziget Festival di Budapest; nel 2006 sono finalisti nazionali del Premio De Andrè a Roma);
-collaborazioni con Yo Yo Mundi (con cui realizzano un’apprezzata rivisitazione di “Ho visto Nina volare”), Paolo Benvegnù (che li definisce “uno dei migliori gruppi in Italia” in un’intervista a BariSera e partecipa nel 2009 al brano “Amore”, piazzatosi tra i primi dieci posti della classifica Indie Music Like curata dal M.E.I.), Franz Goria e Umberto Palazzo;
-4 album e svariate partecipazioni a compilation, tra cui “The best of indies in Italy” (Eko Music/Audiocoop), distribuita al MIDEM di Cannes nel 2005, al fianco di Afterhours, Bandabardò e altre importanti realtà della musica indipendente italiana;
-20 concorsi vinti in tutta Italia;
-attenzioni ed elogi da parte della stampa specializzata e degli operatori del settore (nomina del loro ultimo lavoro “Attraverso” del 2013 ad album del giorno per la redazione di Rockit; speciali e interviste di Antonella Gaeta sulle pagine di Repubblica; passaggi radiofonici nella trasmissione DEMO di Radio 1 RAI condotta da Pergolani e Marengo; l’invito da Giordano Sangiorgi al M.E.I. di Faenza per presentare il primo album “Ghiaccio”; ampi spazi su Radio Onda Rossa Roma, Controradio Bari, Radio Popolare Milano, Radio Onda d’Urto Brescia, Rolling Stone Italia, TG3 RAI Puglia, Il Mucchio, Rockerilla, La Gazzetta del Mezzogiorno...);
-premi della critica ricevuti da Ellade Bandini (Rock Stock 2007) e Daniele Sinigallia (Musica ControCorrente 2009);
-partecipazione alla colonna sonora di “Ageroland” (2010) di Carlotta Cerquetti (fotografa, sceneggiatrice e regista italiana, già al lavoro con Cristina Comencini e candidata al David di Donatello nel 1999 con il corto Fuochino);
-aperture per Paola Turci, Rosalia De Souza, Paolo Benvegnù, Marlene Kuntz, Meg, Moltheni, Prozac + e Caparezza.