Cono d'ombra

Maggio 2013

Dumart - Cono d'ombra

Non ignorarmi ora che arranco in un cono d'ombra nelle fauci del tempo incerto ansimante nell'ostico deserto oltre il mio mezzo cammino. Non ghettizzarmi in questo antro abbuiato dove un'aria di piombo ingoia i giorni e dei giorni i barlumi di sole dolente che nel cobalto del mare si spegne - in declino - Presi al laccio. Scattano le tagliole sul crinale dove il silenzio è barbaro - feroce - e sa di resa l'inerzia surreale che assedia chi è inchiodato ad una croce.