Violentati dai corrotti

Marzo 2014

Evaporica Disdetta - Violentati dai corrotti

Questo latente bisogno 

di osservare il mondo da una finestra,

cucirsi un bottone 

mentre le gente passa 

indiscreta nei tuoi confronti.

Ammirano di soppiatto 

la tua essenza nascosta dalle tende.

Fu quella la bella vita 

riconosciuta da Alì alla sua amata Zita.

 

Ma di donne 

non ne saprà mai abbastanza la stessa donna, 

colei a cui non importa di quel che può fare

se l'amore le sfugge dalle dita

guardando i suoi figli uccisi da una mina. 

 

Così preziosi 

da non poter essere protetti,

troppo ingenui per esser coerenti, 

troppo brevi per rappresentare un futuro. 

Sicchè è troppo vero 

che nasciamo violentati dai corrotti.