Cronaca di un popolo stupidissimo (Ora!)

Settembre 2014

Gianvincenzo D'Andretta - Cronaca di un popolo stupidissimo (Ora!)

Il tiro più amaro che la mia gola possa sopportare..

Travaso incubi e preoccupazioni in una giara colma di ostentata serenità.

Sarà a causa del repentino elevarsi del mio ego,

se al calar del prossimo domani sarò in grado di porgere il mio più sinistro saluto.

A costo di apparir saccente agli occhi di chi non è consapevole di esserlo a sua volta.