L'Uomo a cavallo di un Genio

Dicembre 2012

Giorgio Abou Mrad - L'Uomo a cavallo di un Genio

Un uomo a torso nudo... ma con una sciarpa. Con i pantaloncini corti... e gli scarponi da sci. Cavalca un enorme faccione a testa in giù, seduto sulla sua lingua, manovrandolo tramite delle cinghie legate a una asta da tenda a mo' di piercing. Agganciato dietro al faccione ci sta un enorme zaino da cui pendono pentole e padelle e alla cui sommità sbuca un coccodrillo in mignatura. Perché? Perchè no! Mi sono divertito. Sono rimasto molto influenzato da Tank Girl e la sua espressività assoluta. Il fumetto di Jemie Hewlett... NON HA SENSO! Ed è profondamente appagante. Non bisogna analizzare l'opera... bisogna solo guardarla e godere dei particolari nascosti che vi si trovano dentro. Ecco quindi come ho incrociato un oggetto totalmente mio ed astratto come i faccioni di Geni con un ambientazione più relistica (?). Mi sono proprio divertito nel disegnarlo. Il disegno originale era a matita ma in seguito l'ho inchiostrato e ho cercato di colorarlo... Inutilmente. Non sono abbastanza bravo con i colori e non riuscivo ad esprimere quello che volevo. Questo disegno doveva andare nel portfolio per presentarmi a qualche casa editrice a Lucca 2012 e in bianco e nero non rendeva proprio. Così ho contattato un mio caro amico colorista, Marco Montironi, che si è subito messo lì a farmi il lavoro con i contro ca...fiocchi che vedete ora. In questo modo anche lui ha potuto mettere quest'immagine nel suo portfolio e a Lucca abbiamo fatto una gran figura. Grazie Monty!