Apocalesse

Agosto 2013

KOLLETTIVO KAPOLINEA  - Apocalesse

La fine del mondo arriverà In un giorno assolato d’estate, Sotto al cielo sgombro di nubi, Senza fare nemmeno rumore, Come un pesce che grida il dolore Di una vita pura ed asettica. Istanti lentissimi, Tremolii immortalati A gonfiare l’aria di vuoto. Il nulla che annulla e nullifica. Dal nulla Il sonno atroce ci culla, Spensierato nei dolci martiri, sacrificati al vortice cosmico di tempi mortali.