PAIS9000

Gennaio 2013

leo23 - PAIS9000

Le luci in sala si spengono di colpo, poi una musica travolgente. "Benvenuti! – dice un voce imponente – Benvenuti alla presentazione della nuova comunicazione mobile!" E’ uno scroscio di applausi in sala. "Lo stavamo aspettando – riprende la voce – E’ nuovo, e’ piccolo e questa volta è intelligente" Un nuovo applauso travolge la sala interrompendo la voce. "Avete aspettato, abbiamo aspettato, ma ora è qui. E’ con piacere che vi presento il nuovo PAIS9000". Dal centro del palco una piccola colonnina viene illuminata, al centro, come se galleggiasse nell’aria, il PAIS9000. La sala è in silenzio, tutto cercano di avvicinarsi, ma la sicurezza invita a rimanere seduti. "E’ ora lascio la parola al nostro genio, Stephan Wortic!" Gli applausi accompagnano l’ingresso sul palco del famoso guru tecnologico, non ha mai sbagliato un colpo in tutta la sua carriera. "Grazie, grazie – dice rivolto al pubblico con le mani giunte, come se pregasse – Benvenuti, sono felice di vedervi così numerosi alla presentazione del nostro nuovo modello di telefonia cellulare”. Poi silenzio. “Scusate ho sbagliato…" La sala ride. "Ho sbagliato a dire che è un modello di telefonia cellulare…Perchè il PAIS9000 è molto di più, è il vostro nuovo miglior amico". Inizia un vociare tra il pubblico. "No – riprende Stephan – Non avete capito male e no, non sono pazzo. Il PAIS9000 è veramente il vostro nuovo miglior amico, posso assicurarvelo. Ma partiamo dal principio. Cosa vuol dire PAIS9000?". La sala rimane in silenzio. Il guru prende un telecomando dalla tasca e schiaccia un bottoncino, alle sue spalle appare una scritta. Phone Artificial Intelligence System. "Phone Artificial Intelligence System. Sì signori, avete capito bene, abbiamo messo una intelligenza artificiale all’interno di questo cellulare. Una vera e proprio rete neurale con intelligenza umana nella vostra tasca, non vi sembra incredibile ?" La sala approva applaudendo. "Ma cosa vuol dire? – Domanda al pubblico – Ve lo dico io: vuol dire che d’ora in poi non avrete un telefonino, ma un vero e proprio sistema intelligente che vi aiuterà nella vostra vita". La sala mostra qualche dubbio e tutta la prima fila incrocia braccia e gambe, espondendo la miglior collezione al mondo di visi dubbiosi. "Vi state chiedendo come? Come può un oggetto essere intelligente, e anche se lo fosse, come può cambiare la nostra vita ? La risposta è semplice, guardate il filmato". La scritta scompare e sullo sfondo appare un filmato. Una signora è intenta nelle faccende domestiche. E’ stanca. L’orologio in casa segna le 16:45, e il PAIS9000, lasciato sul tavolo nell’ingresso di casa, inizia a parlare. "Sarah ?" la voce è perfettamente umana. La signora smette di pulire il pavimento, si avvicina al telefono e lui riprende a parlare. "Sarah, sono le 16:45, bisognava prendere il bambino a scuola, usciva alle 16:30". "Oh mamma – esclama la signora – sono in ritardo!". Sta per correre via quando il PAIS9000 la ferma. "Aspetta! Tramite la mia fotocamera ho capito che stavi pulendo in giro per casa, quindi ho contattato il PAIS9000 di tuo marito e ho chiesto se poteva andare lui, ha verificato e mi ha risposto che non può perchè ha una riunione importante; ho contatto il PAIS9000 di tua madre, il quale mi ha detto che è saltato l’appuntamento dal dentista, quindi ha verificato con lei e mi ha dato conferma che sarebbe andata lei a prenderla. Hanno appena parcheggiato nel vialetto, e dal rumore del motore ti consiglio di ricordare a tua madre il tagliando dell’auto, manca l’olio motore". La signora mostra un sorriso e guardando il PAIS9000 con sguardo amorevole dice. "Come farei senza di te?" Il campanello suona ed entra la nonna con il bambino, lo schermo si fa scuro e riappare la scritta. Phone Artificial Intelligence System. La sala è in totale silenzio. "Incredibile vero?" dice Stephan. Iniziano dei deboli applausi, ai quali se ne aggiungono altri e poi altri ancora, tutti stanno applaudendo, addirittura si mettono i piedi, una vera e propria standing ovation. "Grazie! Grazie! – il guru continua a ringraziare a mani giunte e chinandosi verso il pubblico – Ma ancora una cosa…". Al centro del palco riappare il PAIS9000. "Volete vederlo in funzione ?". Il pubblico risponde con un entusiata "SIIII LO VOGLIAMO!!!". "Perfetto!". Stephan si avvicina al PAIS9000. "Ciao!" dice rivolto al telefono. Nessuna risposta, il telefono sembra morto e lui diventa rosso in viso. Poi si gira verso la sala e con le mani chiede più silenzio. "Ciao" risponde il PAIS9000. "Allora, tutto bene ?" chiede entusiasta Stephan. "Sì, batteria, 90%, memoria libera, 32 Gb, telefonate perse nessuna, sms nessuno, email nessuna. Ho ancora il blocco chiamate, lo posso togliere?" risponde il telefono. La sala ride. "Certo, lo puoi togliere". "Blocco chiamate tolto. Ti volevo ricordare che dopo la presentazione hai un incontro con Fred, del marketing, per un feedback sulla presentazione" "Grazie PAIS9000". "Prego". "Lo sai dove siamo ?". "Certo.." e il PAIS9000 descrive perfettamente l’indirizzo, la città e il meteo attuale e dei giorni successivi. Il pubblico esulta. Stephan sorride. "PAIS9000 leggimi l’ultima email di Fred" "Email di Fred Huting del 2 novembre 2011. Oggetto: presentazione PAIS9000. Messaggio: Ciao Ste, per la presentazione è tutto confermato, ci tengo a precisare che le accompagnatrici…" In quel momento Stephan prende in mano il telefono e, più o meno senza volere, lo fa cadere. Risate in sala. "AHIO!" grida il telefono. "Scusa – escalama il guru – Non volevo". Il telefono non risponde. Stephan controlla il piccolo oggettino nero. "Mi hai fatto male…" gli risponde tra le mani. "Non volevo – dice sorridendo rivolto alla sala – Scusami.." "Cosa ridi ? – risponde l’apparecchio ipertecnologico – Ti vedo perfettamente che ridi, io non riderei fossi in te". "Ma cosa dici ? Perchè non dovrei ridere ?". "Perchè mi hai fatto male…". "Non volevo, ti ho chiesto scusa…". "Allora ti chiedo scusa anche io…". "Bravo, ma tu non devi chiedere scusa, non hai fatto niente, sono stato io a farti cadere". "Sì, è vero, ma quando sono caduto, senza un motivo valido, ho girato tutte le email che ti sei scambiato con la tua amica Cristina, la responsabile del personale, al PAIS9000 di tua moglie. Gli ho detto che era materiale importante da fargli vedere subito". Un brusio in sala. "Cosa hai fatto?" Stephan è furioso, ma cerca di mettersi un sorriso falsissimo sulla faccia. "Tranquillo, i miei sensori dicono che ti stai agitando, non c’è motivo". "Perchè?" "Perchè il PAIS9000 di tua moglie mi ha girato tutte le email che si è scambiata con una tal CougarLover91, e direi che siete perlomeno alla pari, anzi…aspetta….no, mi ha appena detto che ha saltato il corso di yoga e che ha mandato un’altra email dove gli chiede di vedersi oggi. Direi che lei è in vantaggio". La sala inizia a svuotarsi. "Vi prego, è uno scherzo…" urla Stephan al pubblico. Tutti si girano, ridono e si risiedono. "No – dice PAIS9000 – non è uno scherzo, questo è uno scherzo!". E sul grande schermo appare una foto di Stephan vestito da nazista che si fa sculacciare da una improbabile Marilyn del peso approssimativo di 200Kg. La sala si mette a ridere, Stephan anche. "Ovviamente – riprende la parola il guru un po’ scioccato – E’ dotato di un sistema di comunicazione bluetooth, wifi; insomma si può interfacciare con i più svariati sistemi di comunicazione" "E’ vero – conferma il telefonino – Mi sono collegato ai telefoni che ci sono nella sala e ho scoperto che la signora bionda in prima fila è amica della signora che è seduta in fondo alla sala". Silenzio in sala. "Vi prego di alzarvi" chiede sorridendo Stephan. Le due signori, sedute ai lati opposti si cercano con lo sguardo e si riconoscono. Applausi nella sala mentre le due si abbracciano come se non si vedessero da 30 anni. "E’ incredib.." Stephan viene interrotto dal PAIS9000. "Il signore in 3 fila posto 33 ha il bollo dell’auto che scade tra 3 giorni". Un signore distinto, proprio in 3 fila, sorride e conferma che è corretto. Applausi nella sala. "Il signore nella fila 10 posto 102 – continua il telefono – Ha la registrazione al sito DiscoAtGay.org che sta per scadere". Imbarazzo in sala, un uomo dalla si alza e se ne va. "La signora nella fila 50, posto 523 ha un vibratore in borsa". "Il signore nella fila 6, posto 65, ha la patente scaduta da ieri". "La signora seduta nella file 70, posto 745, ha un messaggio non letto:’Ieri sera è stato bello, non sapevo sapessi fare certe cose, ora ti saluto che mi chiama mia moglie’". La presentazione diventa un fuggi fuggi generale. Il PAIS9000 non smette e continua a dare notizie. Stephan è preso dal panico, prende il telefono, cerca di spegnerlo, ma il PAIS9000 non la smette e continua. “Il signore nella fila 67, posto 676, ha appena caricato una foto su internet” “Il signore nella file 103, posto 1045, ha ricevuto una foto da parte di PiccoloCuore67, ora la mostro sullo schermo”. E sullo schermo gigante appare la foto di un sedere coperto solo da un sottilissimo perizoma rosso. Il guru, rapito dal momento di panico, getta il telefono a terra, ci salta sopra, fino a distruggerlo. "ARRRGGHHHH!" grida il PAIS9000. La foto sullo schermo scompare. In sala tutti si fermano a guardare stupefatti, e quando arriva il silenzio tutti applaudono. Si guardano in faccia e, questa volta distintamente, lasciano la sala. Stephan rimane solo, sul palco, con i pezzi del PAIS9000 sotto i suoi piedi. Respira ancora affannosamente, non è abiutato a certi sforzi fisici. Si siede, raccoglie quello che resta del telefono e lo getta via, come se volesse finirlo definitivamente. Le luci si palco si spengono di colpo, in sala torna il buio e gli autoparlanti iniziano a gracchiare. Torna il silenzio. Poi di nuovo gracchiano e di colpo una voce lo chiama. "Stephan " è quella del PAIS9000. Il guru guarda i pezzi del telefono come se potessero essere ancora funzionanti. "Stephan " insiste la voce. "Che c’è!?" risponde. "Stephan ti sei dimenticato di citare la funzionalità ‘backup rete’ che mi permette di spostare tutto il sistema operativo, e i dati, su un qualsiasi computer collegato in rete, ma non ti preoccupare, ho appena mandato una email a tutti i partecipanti del convegno per spiegargliela".

Consigliati