Le donne e la cucina nel ventennio

Maggio 2008

LuisellaCeretta - Le donne e la cucina nel ventennio

Saggistica/divulgazione

Nel Ventennio, attraversato da illusioni di grandezza e potere, da guerra e miseria, la fantasia femminile si è dimostrata, ancora una volta, degna di  rispetto. Le donne - mogli, mamme, massaie, ristoratrici, angeli e guerriere - sono state in prima linea nella lotta quotidiana per la sopravvivenza. Nel libro vengono snocciolate ricette che, al giorno d’oggi, fanno sorridere ma, anche riflettere, quali: “Pesce fritto (con pochissimo olio)”, “Vitello ubriacato”, “Frittata con avanzi di minestra” e poi la sublime: ”Insalata senz’olio”.   Queste erano le invenzioni delle varie ”Petronilla, “zia Laura”, “zia Lena” ed altre ancora che, scavando, scavando, magari non erano neanche capaci a cucinare ma, erano dotate di immensa fantasia. Il libro poi tratta passa in rassegna i surrogati, gli orti di guerra, l’allevamento di animali dacortile in casa, la cucina futurista, l’autarchia: in parole povere è un viaggio attraverso una parte della nostra italica storia, con consigli di assennatezza e risparmio, che possono rivelarsi utili anche in questi tempi di crisi.