Enrico Botti e l'intervista!

Novembre 2013

malamente - Enrico Botti e l'intervista!

Malamente vs Enrico Botti

Prima di essere seri!

Vi presento la prima intervista panoramica realizzata durante una siesta virtuale su un server messicano. L'ospite è l'amico, cantautore-musicista-scrittore Enrico Botti!

1) Quando monti un album, poi sbatti anche il tuorlo? 

Cerco di sbattere tutto ciò che posso.

2) Hai mai lanciato un vinile per poter vedere un disco volante? 

Con tutti i dischi volanti che vedo ho finito i vinili.

3) Quando hai pensato di iniziare a suonare, hai pensato anche di smettere? 

Come tutti i vizi malsani tento di smettere ogni giorno ma non ce la faccio. Sto pensando di rivolgermi al sert.

4) Se a trovare i tuoi amici vai in bici, a trovare i tuoi parenti vai in triciclo? 

Monopattino.

5) Cosa significa per te essere musicista e non idraulico? 

Gli idraulici scopano molto di più.

6) Tu suoni molto bene la chitarra e perchè non lo zuffolo? 

Perché quando ero adolescente mi piaceva rimanere l'unico intorno al fuoco mentre gli altri pomiciavano.

7) Come riesci a ispirarti contemporaneamente a JJ Cale e Iva Zanicchi? 

Mi piaceva la sigla di Ok il prezzo è giusto.

8)Enrico Botti cantautore solitario... Ma sei sicuro di non avere nessun complesso? 

Ho avuto tantissimi complessi e ne cerco sempre di nuovi. Sono completo a livello di complesso ma lacunoso a livello di amplesso.

9) Quando hai scritto "Lì cade l'occhio." poi l'hai raccolto? 

L'ho raccolto e poi ho cambiato anche il titolo.

10) (domanda ironica dell'intervista) Quanto è difficile essere musicista in questa provincia di Cuneo? 

Difficilissimo. Ti vengono due sfere così!

Ringrazio il Botti per avermi dato da mente ... Presto una nuova intervista !