Adolescenza Infernale

Maggio 2013

Peppe - Adolescenza Infernale

Oh quante conquiste eppure sei gioioso,agitato,esaltato, triste. La patente, i viaggi, la maturità ottenute con la sola forza della volontà. E poi cambi vita piano piano non importa quanto il tuo sogno sia lontano, le estati con gli amici gli addii infelici e cambi casa, cambi città scegli l'indirizzo grazie all'università. Ma non ci pensi all'amore, l'hai lasciato appassire come fosse un fiore. E non ci pensi alla vita che ti sfugge via come sabbia tra le dita. Che adolescenza infernale quella che ci tocca patire! Ti addormenta da bambino e ti risveglia a metà del cammino. Guarda un po', com'è difficile adesso adesso che il mondo non è solo sesso. E cerchi una sposa e cerchi lavoro cominci anche tu la "ricerca dell'oro" e i genitori diventano nonni e ti ritrovi di colpo a stendere i panni rimpiangendo i giorni consueti che la fatica rendeva meno lieti quelli passati a studiare perchè sapevi che non potevi fallire. Rimpiangendo la fanciullezza fatta di innocenza di vera bellezza e scorrono i giorni piano piano e ti scappa via la vita come la sabbia di mano. Che adolescenza infernale quella che ci tocca patire! Ti addormenta da bambino e ti risveglia a metà del cammino.

Consigliati