2 maggio 2016

[Recensione] Homicide Hagridden - Effect Lucifero


[Recensione] Homicide Hagridden - Effect Lucifero

Dopo il fortunato album Us uscito nel 2012 per Built To Kill Records, gli Homicide Hagridden presentano il nuovo full-lenght registrato, mixato e masterizzato presso gli Orion Recordings Studios

Il titolo scelto è Effect Lucifero,8 brani che fungono danaturale evoluzione del precedente capitolo e nel quale la metal band aggiunge nuovi tasselli al songwriting sempre di pura matrice thrash.

Gli Homicide Hagridden vanno sempre dritti al punto e ci vanno uniti, con violenza e spregiudicatezza.

Siamo di fronte a idee musicali disegnate prevalentemente a linee spesse, in cui tuttavia si inseriscono venature interessanti di gusto quasi progressive. Le due chitarre di Massimo Moda e Fabio Insalaco si intrecciano e si scontrano con maestria, affiancando momenti di virtuosismo a tanta, sacrosanta voglia di fare casino (a questo proposito, si ascolti la sesta traccia, Lethal Agreement). In questo sono sostenuti dalla ritmica di Stefano Moda (batteria) e Valerio Possetto (basso), fondamentali nel rendere l'effetto finale il più compatto e roccioso possibile. La voce di Massimo Moda si dimostra molto versatile: la ascoltiamo passare da cantati puliti al growl senza difficoltà, ad esempio in Purify.

Nel complesso, Effect Lucifero è un lavoro che sente fortissimi i riferimenti ai mostri sacri del genere trash (uno fra tutti gli Slayer). È consigliato l'ascolto muniti di un bicchiere di birra e tanta voglia di headbanging.


Redazione SwitchOn Redazione SwitchOn