INSTANTLY ELSEWHERE, di Palloni e Martoz

Durante le ultime edizioni di Chiamata alle Arti abbiamo parlato spesso di Crowdfunding, un modo per gli autori di finanziare i loro progetti senza ricorrere ad un editore, rinunciando d'altro canto alla relativa promozione e distribuzione. Un modo differente di autoprodurre contenuti, mirando ad una realizzazione tecnica a cui difficilmente si potrebbe arrivare con il solo autofinanziamento da parte degli autori. Con questo metodo sono stati pubblicati diversi libri eccezionali che non avrebbero visto la luce senza il contributo dei lettori come Le ragazzine stanno perdendo il controllo di Ratigher, finanziato con il metodo Prima o mai, o Come svanire completamente di Alessandro Baronciani, Lumina di Emanuele Tenderini (dalla cui esperienza e poi nato il Tatai Lab).


Oggi parliamo di un fumetto che si intitola Instantly Elsewhere, con ai testi Lorenzo Palloni, nostro ospite a Chiamata alle Arti 2014 per presentare il collettivo Mammaiuto, e Alessandro Martoz Martorelli (anche lui nostro ospite nella stessa edizione del festival in veste di illustratore) alle matite.

La storia:


Anni settanta.

Owen Theobart ha cinquant’anni, una moglie magnifica, cinque figli ed è il più famoso scrittore di fantascienza del mondo: i suoi libri e i suoi fumetti sono venduti, letti e amati in tutto il pianeta. La sua vita sembra perfetta, almeno fino a quando, durante un’intervista televisiva, Owen viene quasi ucciso da un superumano di nome Oktakon e salvato da altri, tutti mascherati, che si fanno chiamare The Power Ones.

C’è un solo problema: la magia, i superpoteri, il paranormale…nel nostro mondo semplicemente non esistono.

Mentre gli avvistamenti degli stessi superumani si moltiplicano in tutto il pianeta, Owen cade in una profonda crisi e confessa alla moglie Jocelyn ciò che non ha mai detto a nessuno: è da quando ha memoria che non può smettere di scrivere, letteralmente. Infatti ogni storia che immagina, dalla più semplice alla più catastrofica, se non viene scritta si avvera nel giro di pochi secondi. Owen non ha potere su ciò che immagina, è solo un tramite. Quei personaggi devono essergli sfuggiti, chissà come, e ora non sa come risolvere la situazione.

Mentre cercano di trovare un piano per combattere questi strani esseri, Owen e la sua famiglia affrontano l’avventura più pericolosa della loro vita, dove sogni di carta si trasformano in incubi reali: non c’è più posto per segreti e misteri, si può solo combattere le Storie, perché il futuro di tutti è appeso ad un filo, proprio come la realtà che ci circonda.”


Il finanziamento del progetto parte da un contributo minimo di dodici euro, con i quali si può ricevere in ricompensa un artbook con gli studi per il progetto realizzati da Martoz, venti euro per avere una copia del fumetto di 208 pagine, per poi proseguire con ricompense sempre più ricche fino ad arrivare alla possibilità di diventare uno dei personaggi del fumetto.


La piattaforma Spaceman Project, scelta per il crowdfunding, dà la possibilità di tradurre il fumetto e quindi ricevere il libro in italiano, inglese, francese e spagnolo.


Manca solo una settimana al termine del finanziamento, data dopo la quale non sarà più possibile acquistare copie del volume. Qualora la campagna si concluda con esito positivo il fumetto sarà realizzato e spedito ai finanziatori del progetto nel 2018.


Se volete sapere di più di Instantly Elsewhere, potete avere ulteriori informazioni sul sito  Spaceman Project.




Emanuele Racca Senior Emanuele Racca Senior