7 giugno 2016

La recensione di Aves Spicere


La recensione di Aves Spicere

Gli Andromaca ci mettono una buona tecnica e tanto cuore, ma manca ancora qualcosa. Un disco strumentale, intendiamoci, è una cosa difficile da mettere insieme, soprattutto se suoni il rock. La testa dunque, cioè uno sforzo compositivo che dia un'identità precisa ai brani, per illuminare il talento degli esecutori: questo serve e siamo convinti che basterà scavare per trovarlo. Qualcosa cova sotto la cenere e speriamo di esserci quando le fiamme saliranno.


Redazione SwitchOn Redazione SwitchOn