21 settembre 2016

La recensione di DAYTIME SLEEPWALKERS


La recensione di DAYTIME SLEEPWALKERS
L'oscurità dei DESIGN è raffinata, spessa e sensuale. Nasconde suoni e ritmi inattesi, frutto di un grande talento nel mescolare le evidenti influenze post-punk (il nome che viene subito in mente è "The Cure") con un gusto ben contemporaneo per l'elettronica e la contaminazione. La straordinaria evoluzione musicale di "Maybe", sesta traccia del lavoro, è paradigmatica in questo senso. La parte della voce è fondamentale: le corde vocali vibrano in perfetta armonia con ciò che le circonda. Fatevi guidare nel buio e non accendete la luce: succederanno solo cose belle.

Redazione SwitchOn Redazione SwitchOn