6 novembre 2012

La recensione di Distrazioni Urbane


La recensione di Distrazioni Urbane
Musica che coinvolge e che, probabilmente, trova la sua giusta dimensione nel Live. I torinesi Kobe riescono nel mai facile compito di lasciarti incollato alle casse dello stereo. Bell'uso del synth ed ottimi i testi. Sicuramente da ascoltare. Bravi nel rivisitare un grande successo della musica italiana degli anni '60, senza cadere nell'errore di ridicolizzarla e, di conseguenza, risultare banali. In attesa di poterli vedere su un palco.

Redazione SwitchOn Redazione SwitchOn