2 settembre 2016

La recensione di Empire EP


La recensione di Empire EP

Gli Empire sono un quartetto post-rock da Torino e questo ep omonimo che recensiamo è il loro'esordio. Le influenze, fin dall'attacco di "Blue Daze", sono chiare: la scena post-rock di fine '90 inizio 2000 che va dai Mogwai fino ai Russian Circles, che sembrano piacere molto al batterista. Il gruppo si spinge più sul lato "emozionale" e pianistico del genere, tralasciando a pochi momenti la furia del "piano/forte" tipica del genere. Nonostante tutte le buone intenzioni, i pezzi presentano una certa inconsistenza e mancanza di direzione e la sensazione di "già sentito" è presso che costante. La registrazione inoltre non è delle migliori e ne risentono soprattutto il suono della chitarra (troppo poco curato) e del pianoforte (troppo digitale). Le idee però non mancano, e quindi consigliamo agli Empire di non mollare e di continuare a lavorare sulla loro musica, cosa che potrebbe portare a ottimi sviluppi, ma per ora - per il loro bene - su questo ep ci sentiamo di dire le cose come stanno: e ciò che si può fare di meglio.


Redazione SwitchOn Redazione SwitchOn