10 ottobre 2017

MiC Torino/ SUDORE#6: LeSigarette


MiC Torino/ SUDORE#6: LeSigarette

Eccoci alla seconda puntata di #Sudore che, per questa volta soltanto, fa parte della più ampia cornice del MiC Festival!
Il MiC – Musica in Contemporanea – nasce proprio con l’intento di unire sotto il segno della musica dal vivo diverse città italiane, da Nord a Sud. E così, sabato 14 ottobre, a Torino, Milano, Padova, Parma, Roma e Benevento avrete la possibilità di godere di live particolari e combinazioni sonore inedite. Gli artisti si esibiranno nello stesso momento su palchi geograficamente distanti, tenuti insieme da questo simbolico passaggio di microfono.



Jacopo Dell’Abate, classe 1984, leccese di nascita e romano d’adozione, musicista e fonico, dice di sé di bere troppo caffè; Lorenzo Lemme, classe 1978, romano, musicista e booking manager, dice di sé di fumare le sigarette di Jacopo. I due, dopo aver condiviso registrazioni in studio, traslochi, viaggi con carovane di artisti e laboratori creativi, decidono di formare LeSigarette, e iniziano così a dividere il palco. Il nome, ironico e incisivo, rimanda all’idea di qualcosa di non necessario, ma capace di creare dipendenza, come d’altronde la maggior parte di ciò di cui ci circondiamo.








Jacopo alla chitarra, Lorenzo alla batteria ed entrambi alla voce si divertono a creare suoni liberi, che sembrano rincorrere le parole come in un vortice, per un risultato dalle sonorità garage-rock, punk, funk, anti-pop. Il fatto di essere soltanto in due, che si inserisce nella tradizione dai White Stripes agli emergenti Giulia’s Mother, elimina dalla scena il superfluo e concentra l’attenzione degli spettatori sulle vibrazioni e virtuosismi degli strumenti scelti, dando loro risalto.


Il 2010 è l’anno dell’incontro; il 2015 quello dell’esordio. 2+2=8 è il titolo del loro primo album, dieci tracce che ci raccontano con leggerezza come l’inaspettato si possa celare anche dietro le piccole storie di vita quotidiana: “non tutto è perfetto/ non tutto è matematico”. Ad oggi, ottobre 2017, aspettiamo l’uscita del secondo album La musica non serve a niente, titolo provocatorio che rivela l’anima dell’intero lavoro: testi pungenti che loro stessi dichiarano di aver scritto a quattro mani dopo averne composto la musica.

Perché dal vivo LeSigarette sono veri giocolieri della musica e sono uno spettacolo di colori, di energia pura e di allegria. Su un ritmo cadenzato alternano suoni e parole, capaci di liberare le contraddizioni imprigionate dentro le nostre vite misurate e calibrate. Una curiosità: il loro primo album è stato autoprodotto tramite una campagna di crowfunding su Musicraiser: LeSigarette hanno ricambiato i finanziatori con la prevendita del loro lavoro alla metà del prezzo, in un’ottica di dare e ricevere. La loro nuova uscita, invece, è prodotta da n’etichetta, label dello storico locale romano ‘na cosetta.

Dove li potete apprezzare maggiormente è senza dubbio per le strade, nei teatri, durante i festival o nei locali, come succederà sabato al Magazzino sul Po. La loro anima è nomade, circense e leggera, per citare Funambolo, “tutti i giorni/ sopra un filo teso/ è un po’ rischioso/ ma mi sembra di volare”. In attesa del live potete ascoltare il loro nuovo disco in anteprima su OndaRock, oppure seguirli sul canale YouTube o SoundCloud.



Chiara Gerbaldo Chiara Gerbaldo